Il Mamba verde orientale


Insieme all’erpetologo Gabor Dalmati abbiamo dato il via ad una serie di sessioni di riprese, per realizzare un servizio fotografico“ L’uso in medicina del veleno dei serpenti”. Le difficoltà sono state molteplici, scattare sapendo che non c’è vetro tra te e l’animale a volte, lo confesso, è stato pericoloso; spesso la macchina fotografica diventa uno scudo (virtuale) e non ci si accorge del pericolo che incombe.

Non nego che qualche volta il serpente mi ha scambiato per un topolino e mi ha attaccato!
Ma questo fa parte del gioco e bisogna essere consapevoli che certi animali sono pericolosi.

Sicuramente la difficoltà maggiore è stata legata all’allestimento di quello che si è rivelato “un vero e proprio set”, che ha impedito una libertà di movimento, che in certe situazioni… avrei voluto… ma la pazienza e sopratutto la conoscenza del tipo di animale che stai fotografando ha permesso di realizzare questo servizio. © Christian Patrick Ricci

Scheda biologica: Il Mamba verde orientale (Dendroaspis angusticeps), è uno dei serpenti più velenosi al mondo, vive in Africa Orientale, predilige la vita tra gli alberi, il suo veleno è composto da una proteina, la fasciculina, che iniettata nel corpo della vittima blocca gli impulsi nervosi.

 

f88c6683f484c2f13e5d38b58189d624.jpgChristian Patrick Ricci, la bellezza e il viaggio. Questa è l’anima personale e professionale di Christian Patrick Ricci, fotografo specializzato in natura e reportage. Nato a Ginevra il 24 novembre 1964, collaboratore fisso dell’editore De Agostini e inviato di Oasis, dal dicembre 2007 ha debuttato come docente con altri quattro colleghi nel progetto PhotoFarm, la scuola di fotografia naturalistica di Oasis, primo esempio in Italia. Ritrattista poetico, documentarista attento e sensibile, Christian Patrick Ricci ha la valigia e lo zaino fotografico sempre pronti a una nuova partenza. Il viaggio per lui si rivela la strada migliore verso la conoscenza di se stessi, dell’altro e di ciò che sta intorno: pensare al deserto, inoltrarsi dolcemente, seguendo la carovana e la sua lenta progressione. Lasciarsi andare a quel ritmo inafferrabile ed eterno….

Link sito: Christian Patrick Ricci

 

 

 

BelleFoto pubblica esclusivamente contenuti ed informazioni forniti dai rispettivi autori e proprietari legali del copyright

 

 

 

NOTE IMPORTANTI:

– BelleFoto non ha carattere di periodicità e non rappresenta “prodotto editoriale” ex L.62/2001…

Testi, immagini e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari del © copyright.

Il sito BelleFoto declina ogni responsabilità relativa ai contenuti dei siti segnalati.

 

 

Il Mamba verde orientaleultima modifica: 2009-11-26T15:22:14+01:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Il Mamba verde orientale

  1. Salve,
    mi chiamo Giuseppe Bonasso, e in questo momento mi trovo in Guinea Equatoriale.
    Precisamente a Mongomo a 300 kilometri nella foresta sul confine con il Gabon e a 80 kilometri dal Camerun.
    Purtroppo anche se senza volerlo sono stato più fortunato di lei in quanto a contatti con questo serpente.
    Sono qua da due anni e ho visto da vicino il mamba verde almeno 4 0 5 volte.
    Vicino intendo che per tre volte gli abitanti del luogo l’hanno ucciso perché era proprio nel luogo dove lavoriamo e l’abbiamo potuto toccare ed averlo in mano.
    Una volta l’abbiamo pure osservato mentre era dietro a una rana.
    L’aveva morsa e stava aspettando per mangiarsela credo…..
    Addirittura una volta era proprio nel nostro cortile dove abitiamo, infatti da quel giorno abbiamo sparso la ghiaia in moda da vedere dove mettiamo i piedi, specie visto che in casa e nel cortile stiamo in ciabatte.
    Purtroppo non ho mai fatto delle foto….. ma se dovesse ricapitare e mi trovo la macchina gliele faccio avere se vuole.
    Cordiali saluti Giuseppe Bonasso

I commenti sono chiusi.