Monte Bianco le magiche luci d’alta quota


Da 3800m di altitudine, credo che la vista delle nuvole dopo un forte temporale sia una delle cose più rilassanti a questo mondo. Se poi questo accade dopo una giornata di salita sui ghiacciai del Monte Bianco nelle ore del tramonto è impagabile. Invece di aver fretta di scendere decisi di fermarmi in rifugio e attendere il crepuscolo. È bastato salire un po’ e portarsi in un luogo fuori da tutte le vie, ma panoramico, la giusta prospettiva e attendere. I colori a queste quote sono tutti più accesi, si ha una visione d’insieme delle creste e dei fenomeni atmosferici come le nubi e il vento. Il sole in questa immagine era tramontato già da 20 minuti ma data l’altitudine la luce diffusa era sufficiente per realizzare ancora molte immagini fra cui questa. Fotocamera Nikon D700, 180mm f/2.8 AI, filtro polarizzatore, cavalletto. © Mirko Sotgiu

Immagini come queste possono essere realizzate durante i miei “Workshop in montagna“. Weekend studiati per realizzare immagini corrette tecnicamente e di sicuro impatto visivo. Lo stile e la filosofia che sta dietro un’immagine è il mio primo problema quando devo insegnare come si fotografa. Si pensa che il paesaggio sia un genere banale, facilmente ripetibile, ma se preso seriamente può esser difficile e prevedere molta conoscenza geografica e tecnica. Se volete, venite a trovarmi sul PhotoFarm Forum.

b3d8f25729e653e7692886680041d27f.jpgMirko Sotgiu, dalla tundra artica ai pascoli alpini, questi sono gli ambienti dove il fotografo naturalista Mirko Sotgiu ama muoversi e trova la migliore ispirazione per realizzare le sue immagini. Nasce nel 1977 a Genova, la montagna è una passione che ha fin da ragazzo e poco è bastato per avvicinarsi alla fotografia dei paesaggi prima, di natura poi, fino a portare un semplice passatempo a un livello di professione. La sua carriera comincia nella sua città natale come montatore video e operatore TV, dopo aver frequentato l’istituto tecnico diventando Perito in Telecomunicazioni. Nello stesso periodo finisce gli studi alla scuola di cinema, realizzando cortometraggi fra cui “Furto non calcolato” e continua gli studi seguendo maestri fotografi professionisti.

Con gli anni la maturata esperienza tecnica e la continua ricerca artistica lo portano a iniziare l’attività di fotografo e regista, cineoperatore seguendo temi sull’ambiente alpino, la natura e il viaggio. Ha lavorato e lavora ancora oggi, realizzando servizi fotografici e documentari, con riviste del settore del turismo, montagna, natura è fondatore della scuola di fotografia naturalistica e reportage Photofarm. Il Fan Club di Mirko Sotgiu su Facebook.

«Cerco e amo le montagne, soprattutto quelle poco conosciute. Sono anche un amante dell’immenso. Per questo il mio obiettivo ideale è il grandangolo estremo. Vivo la montagna tutto l’anno, ho iniziato fin da piccolo. Amo vagare per boschi, pascoli e alte quote. Molti pensano che un paesaggio è sempre uguale, un soggetto facile perché è sempre lì a disposizione. Per me invece è uno degli aspetti fotografici più affascinanti. Quando penso a un luogo, so che devo catturarlo nel momento più mutevole. Perciò passo molto del mio tempo a studiare, osservare l’arco che compie il sole e il clima. Di solito previsualizzo un’immagine che richiederà tempo e pazienza per essere realizzata».

Link sitoMirko Sotgiu

 

 

BelleFoto pubblica esclusivamente contenuti ed informazioni forniti dai rispettivi autori e proprietari legali del copyright

 

 

 

NOTE IMPORTANTI:

– BelleFoto non ha carattere di periodicità e non rappresenta “prodotto editoriale” ex L.62/2001…

– Testi, immagini e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari del © copyright.

– Il sito BelleFoto declina ogni responsabilità concernente i contenuti dei siti segnalati.

 

Monte Bianco le magiche luci d’alta quotaultima modifica: 2010-06-03T13:33:45+02:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Monte Bianco le magiche luci d’alta quota

I commenti sono chiusi.