Nessuno in vista


Immagine realizzata con fotocamera Nikon D70 e ottica Nikkor 12-24 DX al parco “Enzo Ferrari” di Modena, nel gennaio 2006. © Roberto Carnevali

Potrei dire che questa fotografia è nata quasi per caso come si suole dire, anche se io ritengo che il caso non esiste. Una domenica mattina del gennaio 2006 al primo levare del sole, ero uscito di casa in cerca di immagini di paesaggio. Ricordo che è stato uno dei giorni più freddi dell’anno, il termometro segnava – 10 °C. Ero preoccupato che la reflex non fosse in grado di scattare per il freddo, tenevo le batterie della macchina al caldo nelle tasche del giaccone, per evitare che si scaricassero rapidamente. Dopo aver vagato un po’ per quello che oggi è il più grande parco cittadino di Modena (e che una volta era un autodromo), mi sono reso conto che ero completamente solo. Probabilmente il freddo, l’orario e il fatto che fosse domenica, aveva sconsigliato a tutte le persone di buon senso di andare a passeggiare in quel luogo. Così mi venne l’idea su due piedi, di realizzare una fotografia per mostrare come un luogo normalmente tanto frequentato, fosse completamente deserto.

Ho ricercato quindi un’inquadratura ed un punto di ripresa efficaci. Le panchine vuote e le strade di ghiaia deserte a sottolineare l’assenza di altre persone. Il rosso delle foglie del cespuglio come contrappunto caldo ad una scena fredda, con la brina sull’erba e sulla panchina in primo piano. Gli alberi spogli in lontananza a testimoniare la stagione, avvolti in una leggera foschia.

In post produzione ho scelto di utilizzare tra le altre tecniche anche un po’ di tone mapping, per enfatizzare le texture e i colori.

Località: Parco “Enzo Ferrari” di Modena (MO)

 

ddeac406e1b8af3949bc6550c738d8cd.jpg

Roberto Carnevali nasce a Modena nel 1968, dove lavora e vive. Fotografo per passione, esplora il mondo dell’immagine nelle sue poliedriche forme. Ha una forte predilezione per il bianco e nero, attraverso il quale costruisce le proprie visioni e suggestioni. Ama raccontare le storie che gli stanno a cuore, predisponendo percorsi fotografici che portano lo spettatore a diretto contatto con emozioni e sensazioni.

Dal 2006 collabora con il portale di cultura fotografica MaxArtis come amministratore. Dal 2008 collabora con PhotoGem in qualità di direttore artistico. Nel 2009 ha realizzato l’arredo permanente della Biblioteca di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’università di Modena e Reggio Emilia. Dal 2010 è entrato a far parte del progetto “Eventi Live” che si occupa di foto-raccontare in tempo reale un qualsiasi tipo di evento. Organizza corsi di fotografia che conduce personalmente.

Le sue immagini sono state esposte in decine di mostre tra personali e collettive. Alcune sue immagini sono state utilizzate come copertine di importanti volumi. Sono altresì numerose le pubblicazioni su riviste tra cui FOTO Cult, Fotografia Reflex, Repubblica, Nadir Magazine, Il Rosso e il Nero. Profilo personale di Roberto Carnevali su Facebook.

Link sito personale: Roberto Carnevali

 

 

BelleFoto pubblica esclusivamente contenuti ed informazioni forniti dai rispettivi autori e proprietari legali del copyright

 

 

Disclaimer:

– BelleFoto non ha carattere di periodicità e non rappresenta “prodotto editoriale” ex L.62/2001…

– Testi, immagini e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari del © copyright.

– Il sito BelleFoto declina ogni responsabilità concernente i contenuti dei siti segnalati.

 

Nessuno in vistaultima modifica: 2010-12-02T12:00:00+01:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo