Africa, in viaggio con una Leica ed un iPad


Questa immagine, scattata con una piccola compatta Leica D-LUX 5, fa parte di un progetto molto più ampio dal titolo: Fotografia di viaggio: Africa, in viaggio con una Leica ed un iPad. © Stefano Pesarelli

“Il viaggiare in Africa è la mia condizione di vita. Come fotografo, spesso, in una continua ricerca estetica e di comunicazione, mi sono chiesto quale fosse uno strumento adatto per la fotografia di viaggio.

Generare ricordi, memorie, rievocare istanti da condividere al ritorno: questo, almeno in parte, è ciò che dovrebbe essere la fotografia di viaggio.

Sono affascinato dalle possibilità che la fotografia offre per raccontare avvenimenti e riscriverne i significati; leggerezza dei mezzi e agilità negli spostamenti dovrebbero essere parte integrante di questo processo.

Essere leggeri fa sì che, inevitabilmente possiamo muoverci più liberamente ed agilmente.

Mi pare che a volte si perda il senso di queste necessità, spinti dalla continua ricerca della fotocamera superiore e della qualità migliore… per me la vera essenza di questa indagine visiva sono il racconto e la narrazione fusi nella qualità e particolarità della luce.

C’è inoltre un discorso etico che mi sento di suggerire: durante un viaggio, l’ostentare fotocamere e obiettivi costosi a volte può portare ad allontanarsi dalle persone, dalla cultura e da quel patrimonio di ricchezze che in un viaggio dovrebbe fare la differenza. Buon viaggio!”

Luogo: Mozambico, Luangwa River.

 

image001.jpg

Stefano Pesarelli, vive tra Lilongwe e Torino, ma è spesso in viaggio tra Malawi, Zambia, Mozambico, Tanzania e Kenya con la sua compagnia di safari Africawildtruck. E’ autore delle guide di viaggio per l’editore Polaris di Tanzania, Mozambico e di prossima uscita Malawi e Zambia. Nel 2004 ha attraversato l’Africa da Torino al Mozambico guidando una Fiat Campagnola. Alcuni scatti sono stati finalisti in contest internazionali ed esposti in Italia. E’ iscritto al Fondo Internazionale Orvieto Fotografia e sue fotografie sono state pubblicate su magazine come Witness Journal, Africa, Repubblica, Nigrizia, Potpourrì e su siti web internazionali come Canon-Europe. Lavora per diverse ONG internazionali e dal 2010 fa parte di Shoot4Change.

Nel 2011 ottiene l’ambito QIP (Qualified Italian Photographer) ed entra a far parte della prestigiosa scuola di fotografia Manfrotto School of Xcellence come Tutor/Contributor. E’ membro di Oasis Photographer, experience verified, la rivista italiana di cultura ambientale.

Attualmente lavora al progetto , un progetto fotografico ampio che si propone di far amalgamare la realtà e le storie di un Continente con questo nuovo linguaggio fotografico per creare delle immagini decisamente palpabili e comunicanti. Il profilo di Stefano Pesarelli in Facebook e Flickr.

Link sito personale: Stefano Pesarelli

 

 

BelleFoto pubblica esclusivamente contenuti ed informazioni forniti dai rispettivi autori e proprietari legali del copyright

 

 

Disclaimer:

– BelleFoto non ha carattere di periodicità e non rappresenta “prodotto editoriale” ex L.62/2001…

– Testi, immagini e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari del © copyright.

– Il sito BelleFoto declina ogni responsabilità concernente i contenuti dei siti segnalati.

 

Africa, in viaggio con una Leica ed un iPadultima modifica: 2011-10-21T12:00:00+02:00da bellefotoblog
Reposta per primo quest’articolo